martedì 5 dicembre 2017

STORIA I – 8b un contadino medioevale – lavoro dei ragazzi

Non tutte le didascalie sono in un italiano perfetto, ma è comunque un bel viaggio nella vita di un contadino medioevale.

lunedì 4 dicembre 2017

STORIA I – 9 Carlo Magno

Per aiutarti a imparare a prendere appunti durante la visione del documentario, trascrivi prima della visione le seguenti domande e, durante la visione, scrivi brevemente le risposte.
A casa, controlla le risposte sul libro di storia (pag. da 114 a 125) e, se necessario, integrale.

DOMANDE:

CHI ERANO I FRANCHI?

DOVE ERANO STANZIATI I FRANCHI?

QUANDO E COME CARLO DIVENTA IL RE DEI FRANCHI?

QUANDO E PERCHÈ CARLO SI SCONTRA CON I LONGOBARDI IN ITALIA?

QUALI SONO I RAPPORTI TRA CARLO MAGNO E I SASSONI?

QUANDO CARLO MAGNO VIENE INCORONATO IMPERATORE? DA CHI?

COSA SIGNIFICA "SACRO ROMANO IMPERO"?

COME ERA STRUTTURATO IL SACRO ROMANO IMPERO?

DOV'È LA CAPITALE DEL SACRO ROMANO IMPERO?

CHI SONO I CONTI E I MARCHESI?

PER CARLO MAGNO DIFFONDERE IL CRISTIANESIMO È IMPORTANTE?

CHI SONO I "MISSI DOMINICI"?

LA VITA INTELLETTUALE È IMPORTANTE NELLA CORTE DI CARLO MAGNO?

CHE COS'È LA SCUOLA PALATINA?

CHE COS'È LA "MINUSCOLA CAROLINA"?

Esercitazione in classe (al termine della visione del documentario e della spiegazione in classe)
INTERVISTA IMPOSSIBILE

Immaginate di essere dei giornalisti inviati alla corte di Carlo Magno nell'810. Avete la possibilità di intervistarlo, ripercorrendo tutta la sua vita.
Scrivere l'intervista con le vostre domande e le risposte di Carlo Magno.
Le domande devono essere almeno 10 e permettere di comprendere la vita, l'importanze e il pensiero di Carlo Magno.

L'esercitazione verrà valutata fino a un massimo di 4 punti così attribuiti:

Hai scritto un'intervista a Carlo Magno di almeno 10 domande con risposte storicamente corrette? 1

La lettura dell'intervista permette di collocare nel tempo le azioni di Carlo Magno e di capirne l'importanza? punti 1

La lettura dell'intervista permette di capire le idee e la personalità di Carlo Magno? punti 1

L'intervista è scritta in italiano corretto? punti 1

lunedì 13 novembre 2017

STORIA I – 8 LA SOCIETÀ FEUDALE



La classe viene divisa nei seguenti gruppo:
“Coloro che lavorano” (pag. 93 – 94)
“Coloro che pregano” (pag. 95 – 96 + disegno pag 111)
“Coloro che combattono” (pag 97 – 98)
“Le donne” (pag 102 - 103).
Tutti i gruppi devono utilizzare anche 104-105

Ciascun gruppo deve immaginare un personaggio appartenente al gruppo assegnato.
Ciascun gruppo deve disegnare il proprio personaggio, il disegno deve essere provvisto di didascalie che spieghino com’è vestito, il nome degli abiti e il materiale in cui sono fatti.

Ciascun gruppo deve poi approfondire le seguenti tematiche:
 – Dove vive (aiutatevi con le immagini del libro di testo)
– Qual è la sua alimentazione (per la documentazione utilizzate la tabella sul quaderno e i siti internet: https://it.wikipedia.org/wiki/Alimentazione_medievale e https://www.slideshare.net/cristinabelloni/la-tavola-nel-tempo-2 )
– Qual è la sua giornata tipo

Ciascun gruppo deve presentare il risultato dei proprio lavoro tramite uno o più cartelloni o una presentazione in power point.
I testi devono essere redatti in prima persona come se fosse il personaggio a parlare.


Per la realizzazione del prodotto guardate con attenzione anche la tabella di valutazione. Capirete così cosa dovrete inserire obbligatoriamente.
Questa volta la valutazione sarà basata principalmente sul lavoro comune, solo due punti verranno assegnati in base alla spiegazione del lavoro.

CHECKLIST
PUNTI
1
Avete completato il disegno con l’abbigliamento del vostro personaggio?

2
L’abbigliamento è coerente con il personaggio e l’epoca?

3
Nelle didascalie sono descritti gli abiti e i tessuti utilizzati?

4
Avete completato il cartellone o il power point trattando tutti e tre i temi in oggetto?

5
Avete utilizzato le fonti proposte in modo critico?

6
Avete descritto il luogo in cui il personaggio vive?

7
Avete descritto la sua alimentazione?

8
La descrizione dell’alimentazione del personaggio è coerente con il suo status sociale e con l’epoca?

9
Avete descritto la sua giornata tipo?

10
La sua giornata tipo è coerente con il suo status sociale e con l’epoca?

11
I testi sono in prima persona?

12
I testi sono scritti in modo corretto?

13
Avete inserito delle immagini in modo coerente?

14
Il cartellone o il power point risulta piacevole da vedere e di facile lettura?

15
Avete rielaborato in modo creativo il materiale?

16
Il gruppo ha saputo lavorare in armonia, evitando i litigi?

17
Hai saputo spiegare la tua parte di lavoro in modo chiaro?

18
Hai saputo usare in modo corretto i termini tecnici?

19
Hai saputo spiegare i contenuti in modo esaustivo?

20
Hai risposto correttamente alle domane di compagni e insegnante?





mercoledì 8 novembre 2017

LETTERATURA I – Gli eroi omerici secondo la I B

Ecco alcuni degli eroi omerici realizzati dalla I B.

Mia R.

Martin M.

Rebecca R.

LETTERATURA I – 3 L'epica classica


L'EPICA CLASSICA
  • Dal greco épos che significa "parola", "racconto"
  • Lunghi racconti in versi, forse accompagnati dalla musica
  • Venivano tramandati oralmente dagli aedi
  • Narrano di uno o più eroi che compiono azioni straordinarie, aiutati o ostacolati dagli dei
  • A volte nascevano dal ricordo, mescolato col mito, di fatti realmente accaduti

Aedo intento a narrare un poema




Guarda il seguente video


Dopo aver guardato il video, ascoltato la spiegazione e studiato pag 70 -71 realizza e completa sul quaderno il seguente schema:


Immagini e video  abilitate al riutilizzo realizzate da altri autori

giovedì 2 novembre 2017

STORIA I – 5b lettera da un novizio in un monastero medioevale

I ragazzi in classe si sono immedesimati in novizi da poco entrati in monastero e hanno scritto una lettera a casa. Qualcuno, a quanto pare, non è tagliato per questo stile di vita...


Cara mamma,
 sono qua da sei giorni, e non è che mi stia piacendo molto. Ti prego fammi tornare a casa, ti ricordi che sei stata tu a mandarmi qui dicendomi "non ti voglio perdere in guerra figliolo"?
facciamo sempre le stesse cose lavoriamo , preghiamo e riposiamo. Per la preghiera ci dobbiamo svegliare di mattina presto. Mamma io di  solito a casa mi svegliavo tardi! Noi dormiamo in delle stanze chiamate dormitori, così mi hanno detto. Non riesco a dormire non solo perchè i letti sono scomodi, ma anche perché il mio compagno di letto, Alberto, russa tantissimo e i monaci l'hanno rimproverato più volte ma non cambierà mai. 
Dopo la preghiera mattutina possiamo scegliere tra riflettere, studiare o leggere. Io ho scelto leggere perché è la meno noiosa. Dopo un po' di ore di lettura si continua a pregare fino l'alba. Poi si comincia a lavorare, mamma già a casa non ti aiutavo a ripulire. Qua mi fanno cucinare  faccio dei piatti da leccarsi le dita e i monaci mi chiedono come faccio a cucinare cosi bene. Non cucino e basta, devo anche ricopiare i libri. Dopo un po'  preghiamo ancora. Mangiamo solo tre piatti caldi al giorno, volevi che mimettessi a dieta... 
Alla fine non è cosi brutto.
Aspetto ancora qualche giorno prima di decidere se questa vita fa per me o se è meglio tornare a casa
Ahmed M
Col supporto informatico di Alessio V
IC San Maurizio